Antonio Pagliuca

Antonio Pagliuca è nato a Pescara il 1º ottobre 1946. Non aveva ancora due anni quando con la madre Silvia D’Isidoro raggiunse il papà Aldo che aveva trovato lavoro come autista ai Monopoli di Stato a Marghera. Nei primi anni sessanta impara da autodidatta a suonare la fisarmonica e l’organo elettronico, formando un gruppo chiamato “Ciao Amici”. Tra il 1966 e il 1967 suona, insieme a Michi Dei Rossi, nel complesso beat Gli Hopopi e successivamente con I Delfini che hanno già all’attivo diverse uscite discografiche.

Componente del gruppo Le Orme
Nel 1968 entra stabilmente come tastierista nel gruppo de Le Orme, giusto in tempo per l’affermazione al disco per l’estate 1968 con il gettonatissimo brano Senti l’estate che torna. Nello stesso anno incide Ad gloriam, considerato il manifesto della psichedelia italiana, in bilico tra sonorità beat e atmosfere roccheggianti d’oltre oceano. Nel 1969 Dave Baker sostituisce Michi alla batteria e incoraggia Tony ad insistere sulla nuova formazione a trio ed è proprio Dave a far conoscere il gruppo inglese The Nice. Tony è più che convinto che la musica beat è ormai al tramonto e che il nuovo pop sinfonico proveniente dall’Inghilterra sarà a breve un successo anche in Italia.

Parte per Londra ed incontra Armando Gallo, giornalista e fotografo della rivista specializzata Ciao 2001, che lo introduce nell’ambiente della Londra post Beatles. Tornato a Venezia invita i compagni de Le Orme (Aldo Tagliapietra e Michi Dei Rossi) a sperimentare e sviluppare nuovi linguaggi musicali fino alla nascita di Collage con la produzione artistica di Gianpiero Reverberi, il disco che fa da apripista a tutto il rock progressivo italiano. Il successo di pubblico e di critica è unanime e nel giro di pochi mesi Le Orme, sotto contratto della multinazionale Philips, incidono il loro terzo album, Uomo di pezza, il cui singolo, Gioco di bimba, balza in cima alle classifiche della hit parade.

L’anno successivo è la volta di Felona e Sorona, una rock opera in cui si scontrano idealmente due pianeti opposti simboli del bene e del male, considerato da tutti gli esperti del settore come uno dei migliori dischi di musica progressiva. Questo concept-album viene stampato anche in inglese con la traduzione di Peter Hammill (VDGG) ed è seguito da una trionfale tournée in Inghilterra.

Nel 1974 Le Orme incidono Contrappunti, secondo alcuni la vetta compositiva del trio Pagliuca-Tagliapietra-Reverberi e contemporaneamente immettono sul mercato il primo microsolco live della musica italiana: Le Orme in Concerto. Tra il 1975 ed il 1978 Le Orme si orientano verso sonorità rock di facile presa, conquistando più volte i vertici della classifica dei dischi più venduti (Amico di ieri, Canzone d’amore, Verità nascoste, Storia o leggenda, tutti registrati all’estero). Gli anni settanta si concludono con un radicale cambio di rotta e nel pieno dell’esplosione disco-music, Pagliuca e compagni cambiano musica e registrano Florian in veste acustica e con strumenti classici anticipando così di un ventennio la moda unplugged di molti gruppi rock contemporanei. Nel decennio successivo Le Orme tornano agli strumenti elettronici e alla forma canzone varcando i confini italiani della popolarità grazie alle partecipazioni ai Festival di Sanremo del 1982 e del 1987.

Segue su: https://it.wikipedia.org/wiki/Tony_Pagliuca

Telefono
3200710644
Email
pagliucacomposer@gmail.com
Città e provincia
mestre
Username usato in Telegram (quello che inizia con @…)
pagliucacomposer@gmail.com
La mia Arte (o arti)
compositore, pianoforte, fisarmonica, tastiere
Canale Youtube
Tony Pagliuca
Profilo social artistico (Facebook/Instagram…)
https://www.facebook.com/tony.pagliuca
Il tuo sito Internet
http://www.tonypagliuca.com/
Professionista
SI
Torna su